Abbiamo il piacere di invitarvi aI seminario di presentazione di due soluzioni integrate con il software gestionale Vision che avete in uso e che molto probabilmente saranno di vostro interesse.

Movidoc è una applicazione che permette di pubblicare su un server cloud i documenti emessi da Vision (tipicamente le fatture) in modo che i vostri clienti li possano consultare e scaricare.

Movicheck è una app destinata ai titolari d’azienda che permette di avere sempre sotto controllo i dati di sintesi della vostra impresa.

Si tratterà di un incontro di formazione operativa nel corso del quale illustreremo le modalità di funzionamento e i vantaggi che potrete avere dall’uso di queste applicazioni.

Per dar modo a tutti di partecipare il seminario si terrà martedì 13 marzo dalle ore 17 alle 19 presso la sede di VISIONEIMPRESA a Pernumia.

Il programma dell’evento prevede:

ore 16:30 – 17:00             Registrazione partecipanti

ore 17:00 – 17:45             Presentazione movidoc

  • -installazione e configurazione del Connector
  • -installazione dell’app per Android e Apple
  • -utilizzo dell’applicazione in versione web
  • -utilizzo modulo documenti
  • -utilizzo modulo scadenzario
  • -utilizzo modulo assistenze

Ore 17:45 – 18:00            Domande e risposte

ore 18:00 – 18:45             Presentazione movicheck

  • -installazione e configurazione del modulo Synch
  • -installazione dell’app per Android e Apple
  • -utilizzo dell’applicazione

Ore 18:45 – 19:00            Domande e risposte

Ore 19:00                          Fine lavori

Per dar modo di partecipare ad un maggior numero di aziende proponiamo la partecipazione all’evento anche in streaming.

Per l’iscrizione all’evento vi chiediamo quindi di inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando:

Oggetto: iscrizione seminario “movidoc e movicheck” del 13 Marzo 2018

Testo:

  • -nome azienda
  • -nome persone partecipanti
  • -modalità di partecipazione: presso sede Visioneimpresa \ streaming

A tutti i partecipanti verrà offerta una licenza gratuita di prova valida 3 mesi

Confidiamo che siano di vostro interesse e di avervi ospiti presso la nostra sede.

In occasione della prossima scadenza del 28 febbraio abbiamo ritenuto utile organizzare un seminario per condividere le modalità di gestione della comunicazione dati fatture (detta “Spesometro”) in Vision.

Si tratterà di un incontro di formazione operativa nel corso del quale esamineremo le più frequenti casistiche e la modalità di gestione in Vision.

Per dar modo a tutti di partecipare il seminario si terrà martedì 1° febbraio dalle ore 17 alle 19 presso la sede di VISIONEIMPRESA a Pernumia.

Il programma dell’evento prevede:

ore 16:30 – 17:00             Registrazione partecipanti

ore 17:00 – 18:30             Presentazione “La comunicazione dati fatture (spesometro) in Vision”

-Cos’è la comunicazione delle fatture emesse e ricevute, breve introduzione

-Casi comuni per la comunicazione

-Come gestire alcuni casi particolari

-Configurazione delle tabelle di appoggio

-Controlli preliminari dei dati da inviare

-Procedura di generazione del file XML

-Strumenti di controllo

-Modalità di invio

-Differenze tra Vision Enterprise e Vision ERP

Ore 18:30 – 19:00            Domande e risposte

Ore 19:00                          Fine lavori

Per dar modo di partecipare ad un maggior numero di aziende proponiamo la partecipazione all’evento anche in streaming.

Per l’iscrizione all’evento vi chiediamo quindi di inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando:

Oggetto: iscrizione seminario “La comunicazione dati fatture (spesometro) in Vision” del 01 Febbraio 2018.

Testo:

  • -nome azienda
  • -nome persone partecipanti
  • -modalità di partecipazione: presso sede Visioneimpresa \ streaming

Nelle prossime settimane e mesi riceverete ulteriori inviti ad altri eventi che abbiamo organizzato per l’anno 2018.

Confidiamo che siano di vostro interesse e di avervi ospiti presso la nostra sede.

Nuovi termini per la detraibilità IVA

Riteniamo utile condividere con tutti voi una novità fiscale che in questi giorni sta coinvolgendo tutte le aziende. Si tratta delle modifiche apportate ai termini di registrazione e detraibilità IVA sulle fatture di acquisto, introdotte con il D.L. 50/2017 che modifica gli articoli 19 e 25 del D.P.R. 633/1972.

In questa sede ci soffermeremo sulle implicazioni che queste novità hanno nell’uso di Vision, lasciando ai consulenti commercialisti gli approfondimenti sugli aspetti contabili e fiscali.

L’articolo 19 del D.P.R. 633/1972 regolamenta i termini di detraibilità dell’IVA

Il D.L. 50/2017, modificando l’art. 19, riduce il periodo temporale entro il quale l’acquirente può esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA, in quanto questa può essere operata:

  • -Precedentemente alla sua entrata in vigore, al più tardi con la dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui l’operazione si considera effettuata;
  • -Successivamente alla sua entrata in vigore, con la dichiarazione dell’anno in cui l’operazione si considera effettuata.

L’articolo 25 del D.P.R. 633/1972, invece, definisce i termini per la registrazione degli acquisti che ora il D.L. 50/2017 riduce alla data di presentazione della liquidazione IVA annuale relativa all’anno di ricezione della fattura e non più entro il secondo anno successivo.

Le criticità maggiori si verificano per le registrazioni di fatture emesse nel mese di Dicembre e ricevute nel mese di Gennaio dell’anno successivo. In tale condizione, infatti, la data del 16 Gennaio costituisce uno spartiacque molto importante:

  • -Le fatture emesse a Dicembre e registrate entro il 16 Gennaio posso essere incluse nella liquidazione IVA del mese di Dicembre
  • -Le fatture emesse a Dicembre e registrate dopo del 16 Gennaio e entro il 30 Aprile NON posso essere incluse nelle liquidazioni IVA mensili e DEVONO essere incluse nella liquidazione IVA annuale (dell’esercizio precedente)
  • -Le fatture emesse a Dicembre e registrate dopo del 30 Aprile NON posso essere in alcun caso portate in liquidazione

Per soddisfare le nuove disposizioni sarà sufficiente utilizzare in Vision alcuni piccoli ma utili accorgimenti

Per le fatture fornitori emesse a Dicembre e registrate entro il 16 Gennaio non è necessario nessun intervento particolare, si suggerisce di operare come segue:

Noto che in Vision i contatori che determinano il numero di protocollo delle varie registrazioni lavorano su base annuale, è conveniente registrare con data di dicembre dell’anno precedente, e più probabilmente con la stessa data di emissione del documento, le fatture di fornitori ricevute entro il 16 gennaio.

Allo stesso tempo, se fosse necessario (ad esempio per fatture ricevute a ½ PEC, raccomandata, o sistemi che tracciano la data di invio e ricezione), resta sempre possibile registrare in data Gennaio le fatture emesse a Dicembre; per farlo sarà sufficiente allineare la data di competenza IVA alla data documento, come nell’esempio qui sotto riportato:

1

Come si nota la data di competenza IVA viene allineata alla data documento, mentre la data di competenza ai fini del giornale e dei saldi viene allineata alla data di registrazione.

Per le fatture fornitori emesse a Dicembre e registrate tra il 17 Gennaio e il 30 Aprile si suggerisce di operare come segue:

Codici IVA

Consigliamo, in via OBBLIGATORIA, di codificare degli appositi codici IVA, quali duplicati delle aliquote riportate nelle fatture dei fornitori emesse nell’anno precedente e registrate dopo il 16 gennaio.

Tali codici IVA dovranno avere la particolarità di aver selezionato il flag “Esclusa da liquidazione”

2 

 

 

 

Contatori, Registri IVA, Causali contabili

Per agevolare le eventuali attività di controllo si suggerisce di creare una nuova causale contabile copiandola da quella utilizzata per la registrazione delle fatture da fornitori. Tale causale avrà associato un proprio registro IVA che a sua volta avrà necessariamente un proprio contatore.

Tutto potrà essere creato come copia di causali, registri, contatori utilizzati, senza bisogno di codifiche particolari se non sulla descrizione.

 

Registrazioni contabili

Per le fatture emesse a Dicembre e registrate dopo il 16 Gennaio si suggerisce di utilizzare la causale sopra descritta, che sarà collegata ad apposito registro IVA con un proprio contatore.

Indipendentemente dalla causale utilizzata sarà NECESSARIO utilizzare un codice IVA creato ad hoc, che abbia attivo il flag “Esclusa da liquidazione” (1).

In questo modo la stampa delle liquidazioni IVA periodiche NON includerà tali fatture.

In ogni caso serve prestare attenzione al campo “Data competenza IVA” che dovrà essere correttamente valorizzato (2)

3

Stampa liquidazione IVA

Nel caso della liquidazione periodica NON è richiesto nessun accorgimento per la selezione dei movimenti da stampare, sarà sufficiente selezionare il mese di competenza.

In sede di liquidazione IVA annuale sarà NECESSARIO togliere il flag “Esclusa da liquidazione” nelle anagrafiche dei codici IVA appositamente creati e utilizzati nelle fatture di cui sopra.

In questo modo si otterrà la detrazione dell’IVA con la stampa della liquidazione annuale.
Una volta eseguita la stampa in ufficiale ricordarsi di ripristinare il flag nei codici IVA.

Stampa registri IVA

La scelta di usare un registro IVA dedicato per le fatture di Dicembre registrate dopo il 16 Gennaio dell’anno successivo resta, come detto, una scelta facoltativa. Se ne consiglia tuttavia l’utilizzo così da identificare più facilmente le fatture rientranti in questa casistica.

Un’ accortezza che si dovrà usare in ogni caso sarà quella di filtrare i movimenti per data competenza IVA e non per data di registrazione

4

5


Nel caso dell’adozione del registro separato, ovviamente, la stampa andrà ripetuta due volte.

Per le fatture fornitori emesse a Dicembre e registrate DOPO il 30 Aprile si ricorda che è decaduto il termine di detraibilità dell’IVA. Di conseguenza non andranno MAI riportate nella liquidazione IVA.

Per poter ripetere in qualsiasi momento qualsiasi versione della stampa liquidazione IVA, sia essa mensile che annuale, diventa quindi necessario utilizzare un ulteriore codice IVA dedicato, simile a quello delle fatture registrate tra il 17 Gennaio e il 30 Aprile, ma diverso.

In questo modo sarà sempre possibile ripetere la stampa liquidazione IVA escludendo sempre le fatture registrate dopo il 30 Aprile.

Per le fatture emesse dai fornitori durante l’anno e ricevute nei mesi successi la gestione è analoga ai casi precedenti ma comunque leggermente più semplice.

Se la fattura è ricevuta entro il giorno 16 del mese successivo può essere inclusa nella liquidazione IVA del mese di emissione, altrimenti la detrazione potrà essere applicata solo in sede di liquidazione annuale.

Indipendentemente da quali possano essere le eventuali evoluzioni di queste norme Vi invitiamo a consultare i vostri consulenti per le implicazioni fiscali o altri suggerimenti.

Semplificazioni elenchi INTRASTAT

Con provvedimento n. 194409 del 25/09/2017 il direttore dell’Agenzia delle Entrate di concerto con il direttore dell’Agenzia delle Dogane ha definito le semplificazioni relative ai modelli INTRASTAT che si applicheranno agli elenchi riepilogativi con periodo di riferimento decorrente dal 1° gennaio 2018.

Le semplificazioni sono finalizzate a garantire qualità e completezza delle informazioni richieste dai regolamenti dell'Unione Europea riducendo al contempo il numero dei soggetti obbligati all'invio degli elenchi riepilogativi, diminuendo la platea complessiva dei soggetti interessati e comunque con obblighi informativi inferiori rispetto a quanto previsto dalla normativa precedente.

In particolare, le misure previste dal provvedimento sono le seguenti:

  • -abolizione dei modelli INTRA trimestrali relativi agli acquisti di beni e servizi;
  • -attribuzione di una valenza esclusivamente statistica ai modelli INTRA mensili relativi agli acquisti di beni e servizi;
  • -innalzamento della soglia dell’ammontare delle operazioni (da 50.000 a 200.000 € trimestrali per gli acquisti di beni e da 50.000 a 100.000 € trimestrali per gli acquisti di servizi) per  ’individuazione dei soggetti obbligati a presentare gli elenchi relativi agli acquisti di beni e servizi con periodicità mensile;
  • -mantenimento dei modelli INTRA esistenti per le cessioni di beni e di servizi (per tali operazioni la presentazione con periodicità mensile o trimestrale resta ancorata alla soglia di 50.000 euro);
  • -innalzamento della soglia “statistica” per gli elenchi relativi alle cessioni di beni. Difatti, la compilazione dei dati statistici negli elenchi mensili relativi alle cessioni di beni è opzionale per i soggetti che non superano i 100.000 euro di operazioni trimestrali;
  • -semplificazione della compilazione del campo “Codice Servizio”, ove presente, attraverso il ridimensionamento del livello di dettaglio richiesto. In particolare, si passa dal CPA a 6 cifre al CPA a 5 cifre il ché comporta una riduzione di circa il 50% dei codici CPA da selezionare.

Viene altresì previsto che le informazioni statistiche relative agli acquisti intracomunitari di beni e servizi da parte dei soggetti trimestrali, per i quali è stato eliminato l’obbligo di presentazione degli INTRASTAT, saranno ricavate dalla “comunicazione dati fattura” (cd. Nuovo spesometro), di cui all’articolo 21 del D.L. 78/2010, ovvero dalle fatture elettroniche trasmesse telematicamente ai sensi dell’articolo 1 del D.Lgs. 127/2015.

Il provvedimento precisa anche che la verifica del superamento della soglia va effettuata distintamente per ogni categoria di operazioni. Le soglie operano sempre in maniera indipendente, quindi il superamento della soglia per una categoria non incide sulla periodicità relativa alle altre tre categorie di operazioni.

Pertanto, afferma il documento, se nel corso di un trimestre un soggetto passivo ha realizzato acquisti intracomunitari di beni pari a 300.000 € e, nel medesimo periodo, ha ricevuto servizi intracomunitari per 10.000 euro, sarà tenuto a presentare mensilmente l’elenco riepilogativo dei soli acquisti intracomunitari di beni.

Nella nota 110586 del 9 ottobre 2017 dell'Agenzia delle Dogane vengono forniti alcuni chiarimenti.

Si ricorda che il Decreto legge n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla L. n. 225/2016, aveva già abrogato, a decorrere dal 1° gennaio 2017, l’obbligo di presentazione all'Agenzia delle Dogane degli elenchi riepilogativi concernenti gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro della UE.

Tale adempimento comunicativo era stato, però, successivamente mantenuto in vigore sino al 31/12/2017 dal decreto Milleproroghe ( D.L. n. 244/2016).

Pertanto, come ricorda la nota di cui sopra, solo a decorrere dal 1° gennaio 2018 non sarà più dovuta la presentazione degli elenchi riepilogativi - aventi periodi di riferimento a partire da tale data - relativi agli acquisti intracomunitari di beni o per prestazioni di servizi ricevute.

Resta invece inalterato l’obbligo di presentazione, alla stessa scadenza, degli elenchi INTRA relativi all’ultimo trimestre 2017 ed al mese di dicembre 2017, così come l’obbligo di comunicare eventuali rettifiche agli elenchi INTRA aventi periodi di riferimento antecedenti.

L'Agenzia delle Dogane specifica quindi che, a partire dal 1° gennaio 2018, ai fini fiscali permarrà soltanto l’obbligo di trasmissione degli elenchi riepilogativi concernenti le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese nei confronti di soggetti UE.

In occasione del rinnovo dei contratti di assistenza per l’anno 2018 vi chiediamo di aiutarci a verificare la configurazione del programma Vision in uso presso la vostra azienda.

Si tratta di un’operazione semplice e veloce, come è illustrato qui sotto.

Dal menù “Help” di Vision accedere alla voce “Informazioni su …” e catturare con il tasto STAMP le schermate di seguito indicate.

In questo modo avremo riscontro della configurazione risultante nei nostri archivi e procederemo al rinnovo del contratto di assistenza.

Vi chiediamo cortesemente di incollare le schermate indicate in una mail che vorrete spedire all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto <nomeazienda> - licenza Vision

A seguito della circolare inviata a metà ottobre vi chiediamo nell’occasione se è vostra intenzione mantenere o disattivare il MODULO FISCALE che di default è attivo su tutte le licenze di Vision.

Come abbiamo avuto modo di spiegare si tratta di un insieme di procedure che consente la generazione dei file richiesti per le comunicazioni telematiche all’Agenzia delle Entrate, sempre di più usate dalle aziende.

Nel corso del 2017 abbiamo implementato numerose nuove funzionalità e probabilmente lo stesso avverrà nei prossimi anni. Di conseguenza il consiglio è di utilizzare questo modulo anche se poi i files vengono inoltrati al commercialista per l’invio ufficiale.

Nella corpo della mail con la configurazione della licenza di Vision vogliate cortesemente indicare:

MODULO FISCALE :   ……. (SI / NO)

Nel caso vi servissero ulteriori chiarimenti non esitate a contattarci, saremo a vostra disposizione per verificare assieme la configurazione di Vision e l’utilità del Modulo Fiscale.

 

Per Vision Enterprise

 contratti1

contratti2

 

 

Per VisionERP/LT

contratti3

Variazione contratti assistenza

Per migliorare i servizi di assistenza e aggiornamento riteniamo opportuno proporvi alcune variazioni al contratto legato ai software VISION.

Relativamente alle personalizzazioni ci capita con discreta frequenza di essere chiamati a verificare la compatibilità delle procedure con le nuove versioni di Vision, se non anche di modificarle per allinearne il funzionamento con il programma standard.

Riteniamo quindi utile proporre un canone di manutenzione delle personalizzazioni pari al 20% del costo di realizzazione. In questo modo potremo garantire un migliore servizio di manutenzione e assistenza sulle personalizzazioni, con evidenti vantaggi in termini di produttività anche da parte dei vostri operatori.

Questo canone sarà incluso in tutte le nuove offerte di personalizzazioni emesse dalla data di oggi.

Un altro tema che ha interessato praticamente tutte le aziende è quello delle comunicazioni telematiche che in Vision sono gestite all’interno del cosiddetto “Modulo fiscale”.

Il numero e la complessità degli adempimenti sono cresciuti in maniera esponenziale nel corso dell’anno 2017, e di pari passo sono aumentati i carichi di lavoro per i nostri reparti di programmazione e assistenza.

È per questo motivo che vediamo necessario proporre un canone di assistenza dedicato per questo modulo, che dal 2018 vi viene offerto al valore di 285 €/anno.

La fattura elettronica diventa obbligatoria

Riteniamo utile condividere con tutti voi una notizia che, dopo le indiscrezioni dei mesi scorsi, nelle ultime settimane sta diventando sempre più concreta, ossia la possibilità che la fattura elettronica tra privati diventi obbligatoria per legge.

Sappiamo che la Fattura Elettronica, in linea generale, offre concreti vantaggi in termini economici oltre che di efficienza.

L’obbligo di utilizzo della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione (denominata “FatturaPA”) ci ha proiettati in una esperienza che alla fine dei conti, visto il numero di fatture scartate in rapporto al volume complessivo, si è dimostrata positiva.

Abbiamo affrontato tutti (aziende e software house) la FatturaPA come una “palestra” che ci preparasse al cambio di cultura necessario per gestire al meglio non solo le fatture ma anche la digitalizzazione di tutto lo scambio di dati tra clienti e fornitori.

In tutti questi buoni propositi abbiamo mal digerito il fatto che le istituzioni (leggi Ministero dell’Economia e Agenzia delle Entrate) abbiano sfruttato questi processi per ridurre le frodi (assolutamente lecito, corretto e auspicabile) applicando norme che hanno pesantemente condizionato l’operatività degli interessati. Il modo con cui è stata gestita la Comunicazione Dati Fatture (Spesometro) è più che mai sintomatico di quanta poca (nulla) attenzione sia stata posta nel rendere semplice questo adempimento.

La bozza del disegno di legge relativo al bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 avvia l’introduzione nell’ordinamento italiano dell’obbligo di emettere la fattura elettronica nelle operazioni tra soggetti privati, dopo quello relativo alle operazioni con la Pubblica Amministrazione.

Si prevede che l’avvio sia realizzato in due fasi:

  • -La prima, con inizio il 1° luglio 2018, limitatamente alle operazioni relative alle cessioni di benzina, o gasolio per motori, e per le prestazioni di subappaltatori nel quadro di un contratto di appalti pubblici;
  • -La seconda fase, con partenza il 1°gennaio 2019, prevede l’avvio dell’obbligo allargato a tutte le operazioni tra soggetti privati, comunemente noto come B2B.

Stando alle disposizioni attuali il Sistema di Interscambio manterrà il ruolo di sistema di recapito per tutte le fatture elettroniche, sia verso le verso la Pubblica Amministrazione che tra privati.

L’obiettivo di tutta l’operazione è quello di ridurre le frodi in materia di IVA, al fine di recuperare il gap che ci separa dagli altri paesi europei. Con l’obbligo di fattura elettronica per tutti gli operatori della filiera si dovrebbe avere la totale tracciabilità di tutti i passaggi della merce e, conseguentemente, delle movimentazioni finanziarie ad essi collegate e dell’adempimento delle nascenti obbligazioni tributarie in materia di IVA.

Con l’estendere della fatturazione elettronica ai privati realizzata in queste modalità si perde di vista l’obiettivo più interessante, ossia quello di spingere le imprese ad adottare la fatturazione elettronica come stimolo per progetti di digitalizzazione dei propri processi. 

Comunque evolva questo progetto è chiaro che nel corso del prossimo biennio saremo tutti chiamati ad ulteriori sforzi per organizzare le nostre attività in modo da creare strumenti e processi che sappiano conciliare le opportunità e gli oneri che coinvolgeranno tutte le aziende.

Per approfondimenti Vi invitiamo a leggere i seguenti articoli:         

 

https://www.agendadigitale.eu/documenti/fattura-b2b-le-imprese-rischiano-di-pagare-due-volte-ladempimento/?wx_member=586760b70cf27f4aec6849a4&wx_email=f8a57849-1f21-4c0e-8362-06859ccb60cd&wx_newsletter=8ccc3db9-af43-4cee-8f4f-e43135f731a4&utm_medium=email&utm_source=AGENDA_NL_20171021&utm_campaign=AGENDA_NL_20171021

https://www.guidafisco.it/fatturazione-elettronica-b2b-tra-privati-come-funziona-obbligo-agenzia-1971

http://futurodigitale.infocert.it/fatturazione-elettronica-b2b-obbligatoria-favorevoli-contrari/

 

Indipendentemente da quali possano essere le evoluzioni a breve Vi informiamo che Visioneimpresa è già al lavoro per integrare nelle proprie procedure la gestione della FatturaB2B.

Corsi di formazione - Dicembre

 

VISIONEIMPRESA organizza corsi di formazione GRATUITI sul proprio gestionale.

GIOVEDÌ 01 e VENERDÌ 02 DICEMBRE 2016

 

I corsi hanno lo scopo di:

  • agevolare l'avviamento della procedura presso nuovi clienti
  • consentire la formazione di personale neoassunto nelle aziende clienti
  • approfondire le conoscenze di chi già utilizza il programma

 

La partecipazione è GRATUITA e compresa nel CONTRATTO ANNUALE DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA.

 

corso-di-formazione

 

La partecipazione ai corsi dovrà essere confermata tramite iscrizione sul nostro sito.

È possibile partecipare ai corsi sia in presenza presso la nostra sede di Pernumia (PD) sia in webcast; la modalità dovrà essere specificata nel form di iscrizione.

 

 

 

Calendario completo dei corsi con programma, date e orari

 

 

Convegno Partners&Partners 2016

header partnerspartnes2016

Non mancare al "Vision Partners&Partners 2016"!

Un convegno interamente rivolto e dedicato ai Partners VISIONEIMPRESA dove verranno presentate le nuove soluzioni software.

Venerdì 14 Ottobre 2016 - Sede di Confindustria Venezia

 

logo-vision
VisionENTERPRISE evoluzione di Vision SQL con tante novità in ambito Contabile, interazione con le Banche, Produzione, Documenti Digitali e Documentale, funzionalità CRM, Business Intelligence, nuovi metodi di Stampa, Retail integrato, nuovi Porting e molto altro.

VisionCLOUD l’offerta Vision per il gestionale in CLOUD.

 

logo movidat
la nuova divisione dedicata alle applicazioni mobile

 

MOVICHECK la tua azienda nella tua tasca - per avere sempre a disposizione i dati di sintesi dell'andamento aziendale in tempo reale

MOVIREP fai documenta e vai - a supporto del personale tecnico che svolge gli interventi in mobilità

MOVISELL vendite in mobilità - permette l'automazione della forza vendita su iPad

MOVIDOC i tuoi documenti sempre con te

MOVIDAT CONNECTOR universale per E-COMMERCE, gestioni DOCUMENTALI, integrazione prodotti MOBILE etc.

MOVISHOP l’e-commerce integrato al gestionale

 

L'evento avrà quindi l'obiettivo di:

- Presentare le novità frutto del lavoro di ricerca e sviluppo dell’ultimo anno

- Condividere le nuove opportunità di Business che i nuovi prodotti innescheranno

- Condividere gli scenari di mercato che ci aspettano per i prossimi anni

- Condividere le nuove strategie di Business e le procedure per garantire ai clienti Vision un’ottima qualità di prodotti e di servizi post vendita.

 

Ulteriori informazioni e procedura per l'iscrizione

 

Diventa Partner di VISIONEIMPRESA S.r.l.

partner

VISIONEIMPRESA S.r.l. è alla ricerca di NUOVI PARTNER su tutto il territorio nazionale per ampliare la propria rete vendita.

Ecco cosa  ti offriamo:

Software gestionali ERP di elevata qualità:
Software Gestionali aziendali dedicati alle Piccole e Medie imprese con copertura funzionale di tutte le aree applicative: amministrazione, vendite, acquisti, produzione, commerciale, marketing, servizi post vendita, commercio elettronico, vendita in mobilità, business intelligence etc.
I software applicativi Vision sono frutto di 25 anni di esperienza e di una ricerca continua con l'obiettivo di rendere anche il software gestionale un prodotto di semplice utilizzo da parte degli utenti .
Sono prodotti innovativi proprio per l'estrema semplicità d'uso e l'elevata configurabilità sull'utente.
I Gestionale Vision si adattano alle diverse esigenze aziendali senza necessità di realizzare personalizzazioni ma semplicemente impostando in modo corretto le parametrizzazioni del programma.
I gestionali ERP Vision sono le soluzioni ideali per le aziende ICT che vogliono soddisfare le esigenze della loro clientela diversificata senza doversi dotare di risorse di programmazione, riducendo al minimo i costi e implementando velocemente le soluzioni
Al tempo stesso, i gestionali Vision sono ottimi per gli operatori ICT che sviluppano personalizzazioni importanti, utilizzando strumenti all'avanguardia e contando sulla collaborazione diretta con il reparto sviluppo Vision.
Le soluzioin gestionali ERP Vision garantiscono un ottimo porting da programmi preesistenti con la possibilità di convertire la maggior parte degli archivi esistenti.

La formazione ai Partners:
costante, puntuale e pianificata con una serie di corsi durante l'anno dedicati agli aspetti funzionali del programma alla conoscenza dei prodotti verticali e dei settori a cui si riferiscono, allo sviluppo di personalizzazioni etc, ...

Assistenza:
L'assistenza quotidiana e puntuale ai propri Partners e fondamentale, per questo Vision ha strutturato un servizio HELP-DESK puntuale e preciso e le situazioni più complesse.

Elevata marginalità:
La politica commerciale è stata pensata per garantire ai Partner Vision una elevata marginalità.
La professionalità richiesta oggi dagli utenti deve essere compensata da una ottima marginalità che garantisca al partner le risorse necessarie per fornire sempre ottimi servizi ai propri clienti.

Collaborazione nelle attivita' commerciali del partner:
Vision è sempre al fianco dei suoi partner in tutte le attivita' commerciali con molteplici attività di co-marketing.
"Vendiamo insieme" è la filosofia adottata da Vision nel suo modo di intendere la rete di vendita indiretta attraverso una serie di iniziative basate principalmente su attività di direct marketing che hanno come obiettivo accompagnare il partner fino alla trattativa finale con il cliente.
Inoltre, i partners Vision possono contare su un Ufficio Commerciale in Outsourcing che lavora per loro con risultati eccellenti.

Tutele del parco clienti:
I clienti acquisiti dai partners rimangono patrimonio dei partners: Vision non richiede ai propri partners i nominativi dei clienti che acquistano le licenze software dai propri partners.

Sviluppo personalizzazioni software:
I partners che non sono organizzati per sviluppare autonomamente modifiche e personalizzazioni software richieste dai clienti, possono contare su Vision per garantire ai propri clienti soluzioni su misura.

Consulenza:
Supporto e consulenza sulle metodologie e sulle procedure organizzative da seguire al fine di ottimizzare lo sfruttamento del sistema informatico in relazione alle problematiche gestionali aziendali.

 

Per VISION la partnership con operatori specializzati è fondamentale.

Il rapporto di partnership è un rapporto di reale collaborazione nel quale si mettono insieme le reciproche risorse e potenzialità al fine di far crescere le vendite dei prodotti vision e al tempo stesso migliore costantemente i servizi post-vendita con l'obiettivo di curare al massimo la soddisfazione degli utilizzatori finali.

 

Richiedi maggiori informazioni sul programma di affiliazione

 

 

Pagina 1 di 2

Casi di Successo ModuloDX

News & Eventi ModuloDX

Assistenza Immediata ModuloDX

Formazione ModuloDX

Video ModuloDX

Area Riservata ModuloDX

Go to top

Questo Sito utilizza cookies di profilazione di altri siti per fini statistici.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo
vision lt, vision erp, vision sql, vision assistance, vision antincendi, vision erp solzione forniture, vision trasporti, vision energy, vision fresh, vision ecommerce, vision retail, vision crm, analyzer, movirep, movisell, movidoc, software gestionale
Utilizzo dei cookies

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente. Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità .

I cookie sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

Esistono vari tipi di cookie. Qui di seguito sono riportati i tipi cookie che possono essere utilizzati nel Sito con una descrizione della finalità legata all'uso.

Cookie tecnici

I cookie di questo tipo sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito. I cookie di questa categoria comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione. In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie di questa categoria vengono sempre inviati dal nostro dominio.

Cookie analitici

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Il Titolare usa tali informazioni per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l'utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento. Questo tipo di cookie raccoglie informazioni in forma anonima sull'attività degli utenti nel sito e sul modo in cui sono arrivati al Sito e alle pagine visitate. I cookie di questa categoria vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di rilevamento di terze parti

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito Web da parte dei visitatori, le parole chiave usate per raggiungere il sito, i siti Web visitati e le origini del traffico da cui provengono i visitatori per le campagne di marketing. Il titolare può utilizzare tali informazioni per compilare rapporti e migliorare il Sito. I cookie raccolgono informazioni in forma anonima. I cookie di questo tipo vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie per l'integrazione di funzionalità di terze parti

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per integrare funzionalità di terze parti nel Sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito). I cookie di questa categoria possono essere inviati dai domini dei siti partner o che comunque offrono le funzionalità presenti nel sito.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.
Per le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall'Utente, conformemente alla normativa vigente, mediante specifiche configurazioni del browser e di programmi informatici o di dispositivi che siano di facile e chiara utilizzabilità per l'Utente. Il Titolare ricorda all'Utente che è possibile modificare le preferenze relative ai cookie in qualsiasi momento. àˆ anche possibile disabilitare in qualsiasi momento i cookie dal browser , ma questa operazione potrebbe impedire all'Utente di utilizzare alcune parti del Sito.

Siti Web di terze parti

Il sito di contiene collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy. Queste informative sulla privacy possono essere diverse da quella adottata dal Titolare, che quindi non risponde per Siti di terze parti.

Ai sensi dell'art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 il consenso all'utilizzo di tali cookie è espresso dall'interessato mediante il settaggio individuale che ha scelto liberamente per il browser utilizzato per la navigazione nel sito, ferma restando la facoltà dell'utente di comunicare in ogni momento al Titolare del trattamento la propria volontà in merito ad dati gestiti per il tramite dei cookie che il browser stesso abbia accettato.

Abilitazione/disabilitazione di cookie tramite il browser

Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità . Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive.

Se utilizzi più computer in postazioni diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze.

Puoi eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del tuo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Fai clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche.

Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari